sabato

Perdono tutte le squadre di Romagna




Il Verucchio è rimasto da solo all’ultimo posto

Una domenica da non ricordare per le squadre romagnole della Serie D. Santarcangelo, Russi e Verucchio escono sconfitte dalle rispettive gare, ma se per le prime due si può considerare solo un incidente di percorso, per il Verucchio può essere la fine di ogni speranza di salvezza. Ormai ogni gara è quella decisiva, e perdere 3-0 con la squadra che più di ogni altra si può considerare alla propria portata, quel Comacchio che occupava fino a ieri l’ultimo posto in classifica alla pari del Verucchio, è sicuramente un brutto colpo per la squadra di Mr. Rossi. Non riuscire a vincere nemmeno contro l’ultima in classifica, subendo anzi 3 gol, può essere destabilizzante. Ci vorrà tutta la carica del Mister per rigenerare le pile ai propri giocatori e convincerli che non sono secondi a nessuno, nonostante la classifica dica esattamente il contrario. Nonostante tutto non è stata una gara giocata con poca intensità, ma il rigore concesso al 30’ e realizzato da Sabatini ha rotto gli equilibri della gara in favore dei padroni di casa. Poi anche il Verucchio ci ha messo del suo, subendo il raddoppio al primo minuto della ripresa con Codignola su una palla persa ingenuamente. Ovvio a quel punto buttarsi tutti in avanti per cercare di recuperare il risultato, a anche qui la sfortuna ci ha messo lo zampino in occasione della traversa presa al 62’ da Drudi. Col baricentro molto alto ci si espone ai contropiedi, ed ecco che puntuale arriva la terza rete del Comacchio con Sarnelli. Si può discutere all’infinito se il rigore c’era o non c’era, se si poteva evitare di perdere palla ad inizio ripresa, se si fosse realizzato il 2-1 invece di prendere la traversa. Ma con i se e con i ma non si ottiene nulla. Quello che conta è l’ennesima sconfitta subita, è l’ultimo posto in classifica, è avere perso con la squadra più abbordabile che c’era, ed ora la salita si trasforma in una scalata. Forza Verucchio, reagisci.

Sconfitto anche il Santarcangelo, ma con la seconda in classifica era un risultato da mettere in conto. Alla fine l’1-0 per il Fiorenzuola non è stato scandaloso, anche se alcune decisioni arbitrali sfavorevoli hanno condizionato la gara. Giocando in casa, il Santarcangelo cerca la vittoria e parte a spron battuto. Nel primo quarto d’ora le occasioni per i giallo-blu si sprecano, ma nessuna veramente pericolosa da fare gridare al gol. Al 16’ Della Rocca viene atterrato sulla linea dell’area di rigore, ma l’arbitro dice che non è nulla e lascia proseguire. Sull’azione successiva il Fiorenzuola passa in vantaggio con Melotti: è il 20’ del primo tempo. Il gol subito spegne un po’ il fuoco agoinistico del Santarcangelo, che così passa il pallino del gioco al Fiorenzuola fino al termine del primo tempo. Nella ripresa il Santarcangelo si butta in avanti a testa bassa ma con poca lucidità, e le azioni offensive sono tutte interrotte dalla buona difesa degli ospiti, almeno fino al 45’ quando Balducci realizza la rete del pareggio. Peccato che il guardalinee veda un fallo di mano e annulli la rete. Nei minuti di recupero non succede più niente e il Santarcangelo deve così annotare un'altra sconfitta interna.

Con lo stesso risultato perde anche il Russi in casa del Crociati Noceto, in una gara ciocata comunque con grande intensità in cui forse il pareggio sarebbe stato il risultato più guisto. Nella prima parte di gara, nonostante il Crociati sia terzo in classifica, la differenza in campo non si è vista, e le due formazioni hanno giocato alla pari fino all’azione del gol di La Cagnina, abile ad anticipare tutti sul primo palo in occasione di un calcio d’angolo e a metterla in rete. Nella ripresa è stato il Russi a creare più gioco e a imbrigliare la squadra di casa impedendogli ogni movimento pericoloso, ma se il Russi ha una buona difesa non si può dire altrettanto per l’attacco. A fine gara ha vinto in pratica la squadra più cinica, il Crociati, che su una delle pochissime azioni ha realizzato, mentre il Russi continua a soffrire in maniera cronica in zona di attacco. Domenica prossima tutte e tre le nostre squadre hanno l’occasione di rifarsi dei punti perduti affrontando squadre sicuramente alla loro portata. Speriamo.

fonte:
La Redazione
Romagnasport.com

martedì

CASTELLARANO IN VETTA



CASTEL SAN PIETRO-MEZZOLARA 1-2 
Fanno festa Brunelli & c. 
CASTEL S.PIETRO (4-2-3-1): Ren na 6; Sartoni 5 Siena 5 Adani 5 Tosi M. 6; Zotti 6 Di Giulio 5,5 (15' st Pic ci 6,5); Caprioni 5,5 Nicoletti 6 (22' st Paterna 6) Semprini 6,5; Tosi S. 5 (15' st Zaza 5,5). A disp.: Saputo, Poggi, Carroli, Buscarini. All.: Lepo re.
MEZZOLARA (4-5-1); Bovo 6,5; Amadori 6 Comastri 6,5 Ravaglia 6,5 Bardelli 5,5 (10' st Capretta 6,5); Ci cerchia 6 Barone 6 Pappalardo 6 (21' st Picchi 6) Morelli 7 Canova 6; Ciar lantini 5 (26' st Ceresi 6). A disp.: Sa nese, Brandolini, Filieri, Cini. All.: Bru nelli.
ARBITRO: Caso di Verona.
MARCATORI: 32' pt Barone (M) aut.; 13' st Barone (M), 38' st Capretta (M).
NOTE: Spettatori 400. Ammoniti Bar delli, Canova, Morelli, Ravaglia, Ca pretta, Zaza. Angoli 5-1 per il Mezzo lara. 
CASTEL SAN PIETRO Derby fatale al Castel San Pietro, veramente irricono scibile, in particolare in di fesa, mentre il Mezzolara capitalizza tre punti d'oro per lasciarsi alle spalle la zo na play-out.
Partenza bruciante del Castello che costruisce due palle gol clamorose in 120 secondi, ma prima Caprioni e poi Semprini sprecano. Al 22', su una punizione battuta da Semprini, Caprioni entra in area, salta Amadori e co glie il palo alla destra di Bo vo. Al 32' punizione tagliata di Semprini, interviene Co mastri e la palla deviata da Barone, batte Bovo. Al 40' Bardelli, già ammonito, commette un fallo da tergo su Semprini e viene graziato dall'arbitro. Nella ripresa il Mezzolara si spinge in avan ti e al 4 Ciarlantini tenta una sforbiciata sulla linea, ma non trova la palla. Al 13' la difesa castellana si fa anco ra sorprendere e Barone an ticipa Siena e Renna metten do in rete. Al 17' ci prova Ca pretta, ma Renna respinge nonostante la deviazione di un difensore. Al Castello il pareggio non serve e Lepore inserisce a raffica due attac canti, con Paterna che inne sca subito Semprini.
Al 28' punizione del solito Semprini e gol di testa di Picci, annullato in maniera assai discutibile su segnala zione del guardialinee. Al 38' il Mezzolara chiude la parti ta con Capretta, che supera un incerto Sartoni e calcia da posizione difficilissima, sorprendendo Renna. 
Franco Casadio/atc




SANTARCANGELO-FIORENZUOLA 0-1 
Melotti, gol pesantissimo 
SANTARCANGELO (4-2-3-1): Nar di 6,5; Marini 5,5 Bucchi 6 (27' pt Siuni 6) Genestreti 6 Succi 5,5; Bezzi 5,5 Obeng 6,5; Monaldini 6 (18' st Balducci 6) Della Rocca 6,5 Pignataro 6,5; Zattini 6,5. A disp.: Minguzzi, Angelini, Candoli C., Can doli M., Lombardini. All.: Marin.
FIORENZUOLA (4-3-3): Barbato 6; Biolchi 6 Piva 5,5 Lambrughi 5,5 Delledonne 6; Orrù 6 (17' st Fermi 6) Melotti 6,5 Armani 6; Valla 6,5 Franchi 6,5 (36' st Rosi sv) Zane 6 (24' st Vojkic sv). A disp.: Bottazzi, Bertoncini, Marnini, Rancati. All.: Perazzi.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
MARCATORE: 19' pt Melotti.
NOTE: Al 45' st allontanato il tecni co del Santarcangelo, Marin, per proteste. Ammoniti Lambrughi, Obeng, Pignataro, Balducci. Ango li 6-3 per il Santarcangelo. Recupe ro pt 3'; st 4'. 
SANTARCANGELO DI ROMAGNA ( infopress) Superato il gennaio 'nero', il Fiorenzuola ha ripreso a correre. E' bastato un gol di Melotti per cancellare le il lusioni di un Santarcangelo partito benissimo e centra re la seconda vittoria con­secutiva, la terza nelle ulti me quattro gare.
La squadra di Perazzi consolida il secondo posto e tiene testa al Castellarano, che lo precede di un solo punto in classifica. Col mi nimo indispensabile, i val dardensi sparecchiano il campo di Santarcangelo grazie alla zuccata di Me lotti che, sugli sviluppi di un angolo, viene colpevol mente lasciato libero di agi re sul primo palo. Trovato il gol, al Fiorenzuola è ba stata un'ordinaria ammini strazione per vincere, sia pure con qualche brivido di troppo a inizio gara (Monal dini e Zattini per la parten za a razzo dei romagnoli) e nel finale, con la rete annul lata a Balducci per un pre sumibile tocco con la mano (ne ha fatto le spese il tecni co Marin, allontanato per proteste).
In precedenza l'arbitro, tutt'altro che convincente, non aveva convalidato il gol neppure a Franchi per fuo rigioco (7' st). Il Santarcan gelo ha di che recriminare ( mancata espulsione di Lambrughi al 16' pt per fal lo da ultimo uomo su Della Rocca), ma perdere è ine vitabile quando l'attacco non segna. Specie se di fronte c'è una corazzata co me il Fiorenzuola.



VIRTUS CASTELFRANCO-SALO' 0-0 
Zanoncelli blocca Chezzi 
VIRTUS CASTELFRANCO (4-4-2): Petruzzelli 6; Delnevo 6 Mayer 6 Tammaro 6 Spinazzi 6,5; Mantova ni 6 Di Gaudio 6 Rosi 6 (12' st Ga lati 6) Venezia 6 (37' st Buldrini sv); Pasino 6,5 Daniane 6 (12' st Busat ti 6). A disp.: Mikhael, Smerilli, Ov syannikov, Di Virgilio. All.: Chezzi.
SALO' (5-3-2): Romano 6; Sberna 6 Sella 6 Ferretti 6,5 Longhi 6 Leonar duzzi 6; Picardi 6 Zanardo 6 (30' st Paghera sv) Guardigli 6; Macchia 6 Ndzinga 6 ( 44' st Dosso sv). A disp.: Gargallo, Girardi, Colosio, Meneghini, Ruopolo. All.: Zanon celli.
ARBITRO: Bellotti di Verona.
NOTE: Ammoniti Leonarduzzi, Ndzinga, Guardigli e Ferretti. Angoli 5-3 per il Castelfranco.
(atc) - Pareggio tra Vir tus Castelfranco e Salò e alla fine il risultato è giusto. Par tita scialba con i portieri pra ticamente inoperosi per tutto il primo tempo. Nella ripresa è la squadra di casa a cerca re con più determinazione il vantaggio, ma non arriva.



 Albignasego-Castellarano 1-2 
ALBIGNASEGO ( 4- 3- 3): Radio 6; Lonardi 5,5 (1' st Bari 7) Stocco 6,5 Niero 6 Fabris 5,5; Scalzo 5,5 Mari tan 6 (35' st Rossi sv) Zen 6; Correz zola 8 Ligori 5,5 Zanini 5,5 ( 1' st Beccaro 7). A disp.: Marchioro, Se veri, Massagrande, Fanton. All.: Ca puzzo.
CASTELLARANO (4-2-3-1): Pazzini 7; Tognetti 6,5 Ramundo 6,5 Casel li 6,5 Masciarelli 7; Ricci 6,5 Orlan dini 7 (20' st Foschini 6,5); Ferretti 6,5 Baldazzi 8 (28' st Pin sv) Mora 7,5; Luciani 8. A disp.: Ghirardelli, Masci, Rinaldi, Casolari, Franceschi ni. All.: Testoni.
ARBITRO: Ros di Pordenone.
MARCATORI: 6' pt Luciani (C), 42' pt Baldazzi (C); 16' st Correzzola (A).
NOTE: spettatori 800 circa. Ammo niti Ramundo, Scalzo, Mora, Ricci, Rossi. Angoli 3-1 per l'Albignasego. 
ALBIGNASEGO ( atc) Continua la corsa del Ca stellarano verso la promo zione. I rossoblù espugnano anche il campo dell'Albigna sego (decimo risultato utile consecutivo) difendendo co sì il primo posto dagli assal ti del Fiorenzuola. Ospiti in vantaggio al 6' con Luciani, poi il raddoppio arriva in chiusura di primo tempo con Baldazzi. L'Albignasego accorcia le distanze al 16' della ripresa con Correzzola e sfiora il pareggio con Bec caro (22' e 35'). Poi più nien te fino al triplice fischio fi nale. 



 
Castellana-Calenzano 1-2 
CASTELLANA ( 4- 4- 2): Portesi 6; Bastia 5,5 Florindo 4,5 Casapulla 5 Cavicchioli 5,5; Gallo 6 Morbini 6 Bersi 6 Carlet 5 (30' st Pedrocca sv); Pupita 6 (11' st Tommasoni 6) Chi tò 6,5 (35' st Evans sv). A disp.: Si gnorini, Beschi, Leoni, Guarnieri. All.: Franzoni.
CALENZANO (4-4-2): Simoncini 6; Musotti 5,5 (18' st Di Silvio 6) Ma riani 6,5 Tamberi 6 Modesti 6; Borel li 6 Tarli M. 6 Sarperi 7,5 Cardillo 6,5; Taddeucci 6 Landolina 6. A disp.: Si gnorini, Pera, Mancosu, Bertini, Per na, Tarli F. All.: Maneschi.
ARBITRO: Barile di Avellino.
MARCATORI: 32' pt Bersi (CS); 25' st Sarperi ( CL), 32' st Taddeucci (CL).
NOTE: Ammoniti Florindo, Morbini, Gallo, Musotti, Sarperi. Angoli 4 0 per la Castellana. 
CASTEL GOFFREDO (info press) 
- Piovono fischi sulla Castellana che esce battuta dal proprio campo al termi ne di una gara incolore, che si è trovata a poter gestire tranquillamente dopo il van taggio siglato da Bersi e che, invece, ha perso per sue pre cise responsabilità. La squa dra di Franzoni è in crisi: si tratta della quarta sconfitta consecutiva. Esulta il Calen zano, che ringrazia un su per- Sarperi e dopo quattro pareggi di fila centra la vit toria, allungando la striscia positiva a sette partite. 

fonte:corrieredellosport.it

COMACCHIO - VERUCCHIO: 3 - 0


Comacchio L.: Calderoni, Finardi, Sassi, Bardi, Seye, Sapienza, Giannella (Donati 22’ s.t.), Piccoli, Codignola (Casoni 30’ s.t.), Sarnelli (Simoni A. 40’ s.t.), Sabatini. A disposizione: Finucci, D’Aniello, Marandella, Lo Nigro. All.: Ferroni 

Verucchio: Pozzi, Antonelli, Arrigoni, Sacco (Semprini 9’ s.t.), Ceccarelli, Morara, Braccini (Damato 46’ p.t.), Baldinini, Ridolfi, Drudi, Ballarini (Cavalli 28’ s.t.). A disposizione: Placuzzi, Della Valle, Bartolini, Casadei G.. All.: Rossi 

 Reti: 28’ Sabatini (rig), 45’ Codignola, 77’ Sarnelli 

Arbitro: Bellero di Casalmonferrato Note: espulsi Sassi (C) all’83’

«Siamo vivi e la speranza c'è ancora»


 COMACCHIO. Il tecnico del Verucchio, Rossi, ha analizzato con serenità la prestazione della sua squadra. «Credo che il primo tempo sia stato sostanzialmente in equilibrio. Il rigore e, soprattutto, la rete del 2-0 subìta proprio in apertura di ripresa hanno ovviamente condizionato la gara. Noi - prosegue Rossi - abbiamo cercato di riequilibrare la situazione e ovviamente ci siamo scoperti, subendo anche la terza rete. Purtroppo, l’equilibrio è stato rotto da un rigore a nostro sfavore. Recriminazioni? Ci sarebbe molto da dire su quella decisione...».  E Rossi va oltre: «Purtroppo, chi è negli ultimi posti della classifica si vede mortificato dagli arbitraggi anche quando non lo merita. E credo che a Comacchio, comunque, su questo discorso siano d’accordo con me».  Rossi passa poi a commentare le situazioni contingenti e la gara: «Ho portato Damato solo in panchina perché in settimana era influenzato e non ha potuto allenarsi nel modo migliore, ed ho avanzato Drudi dal suo posto di partenza di difensore centrale per cercare di ottenere qualcosa di più a centrocampo. Purtroppo, quello che abbiamo ottenuto in fase di costruzione e di conclusione avanzando Drudi, lo abbiamo perso in equilibri e coperture in retroguardia. Adesso le cose si fanno sempre più difficili. Noi, ovviamente, non ci rassegnamo assolutamente - conclude Rossi - ma è ovvio che con questa sconfitta la situazione è ancor più complicata di quanto non fosse in precedenza».  Entusiasta per la vittoria, invece, Tonino Ferroni, che commenta il successo e i punti che con esso arrivano con la sua consueta esuberanza: «Un’altra speranziella in più! Ancora una speranza! Non siamo ancora morti!».  Il Comacchio doveva sicuramente cercare la vittoria: «Certo, è stato importante anche vincere per 3-0, perché oltre ad essere importante per i tre punti, ci sono anche i tre gol, la prestazione, la fiducia che arriva dall’aver vinto una partita in questo modo. Bisogna sicuramente apprezzare questa situazione: ci permetterà di preparare con tranquillità le prossime partite, di giocarcela con la massima calma e la giusta determinazione. Dobbiamo lavorare, lavorare, lavorare. Io non ho paura di farlo e i bravi giovani che ci sono in rosa lavoreranno, ve lo assicuro. Voglio che crescano, che migliorino, a prescindere dal risultato del campionato. Perché si vede come un Codignola, lavorando, possa crescere notevolmente. Si vede un bravo Finardi, che ha giocato benissimo, si può far fare il salto di qualità a un Sassi che ha delle potenzialità da grandissimo giocatore, ma deve lavorare e non sprecare questi due anni che ha ancora da fuori quota. Lavoreremo, e guarderemo avanti». (a.b.)

fonte:la Nuova Ferrara



lunedì

Risultati e marcatori

Per il Verucchio niente da fare a Comacchio.
Castellarano, Crociati Noceto e Fiorenzuola staccano le inseguitrici.
Sconfitta intera per il Santarcangelo



















Comacchio - Verucchio 3-0
30’ rig. Sabatini (C), 46’ Codignola (C), 76’ Sarnelli (C).


Albignasego - Castellarano 1-2
6’ Luciani (C), 42’ Baldazzi (C), 61’ Correzzola (A).

Castel San pietro - Mezzolara 1-2
32’ aut.Barone (C), 59’ Barone (M), 84’ Capretta (M).

Castellana - Calenzano 1-2
28’ Bersi (CST), 69’ Sarperi (CLZ), 77’ Taddeucci (CLZ).

Crociati Noceto - Russi 1-0
32’ La Cagnina (C).

Feralpi Lonato - Este 1-0
23’ Franchi (F).

Santarcangelo - Fiorenzuola 0-1
19’ Melotti (F).

Suzzara - Carpi 1-1
58’ Sene (S), 65’ Costanzo (C).

Virtus Castelfranco - Salo' 0-0

Fuori casa il Russi perde il Carpi pareggia



Crociati Noceto vs Russi 1-0 

Il Russi torna da Noceto con tanti complimenti ma senza punti: copione già visto in parecchie altre occasioni. Se da un lato pero' tornare a casa con zero punti da un campo come quello parmense ci può stare, a conti fatti i falchetti devono recriminare per non esser riusciti ad imprimere il loro ritmo alla partita fin dal primo minuto. Una reazione che è sembrata arrivare troppo tardi e, quando è arrivata, i Crociati sono andati in grossa difficoltà. Proprio per questo l'idea di tornare da Noceto con un punticino non era così fantascientifica. Ed i risultati odierni non sono favorevolissimi al Russi con le vittorie esterne di Mezzolara, Calenzano e quella interna del Feralpi. Domenica falchetti di scena al Bruno Bucci contro il Suzzara, partita fondamentale in ottica salvezza.


CROCIATI NOCETO: Indolfi Raia, Bersanelli, Addona, Castagnetti, Paoletti, Coppola, Fisicaro, Donzella, Pietranera, La Cagnina, Guareschi.
Sostituzioni: 17'st esce Castagnetti entra Magnani. 25'st esce Pietranera entra Miftah. 36'st esce Fisicaro entra Sackey.
Sostituzioni non utilizzate: Chittolini, De Angelis, Tagliavini, Degli Angeli. Allenatore: Torresani Marco.

RUSSI: Marzi, Calviello, Selleri, Mosconi, Antoniacci, Gallina, Asturi, Rinaldini, Traini, Marini, Pacini.
Sostituzioni: 15'st esce Mosconi entra Rossi. 25'st esce Traini entra Pasini. 35'st esce Asturi entra Tosi.
Sostituzioni non utilizzate: Gardini, Pezzi, Casadei, Savelli. Allenatore: Paciotti Massimo.

Arbitro: Zappatore di Taranto (Rosato e Cavana di La Spezia).

Rete: 28'pt La Cagnina.

Ammoniti: Fisicaro, Paoletti, Addona, Asturi.

Angoli: 4-4
Recupero: 1',4'

fonte: usrussi.com




Suzzara vs Carpi 1-1 

E' vero derby a Suzzara, circa 1.000 spettatori, buona presenza carpigiana. Mister Maresi è in tribuna squalificato, Papone in panchina.. Dentro Ndao a centrocampo, Suprani terzino destro, Marcatti affianca Costanzo. Morfù preferito a Bigoni, Teocoli a Bazzi, Savietto sta meglio ma non viene rischiato, gioca Sturniolo.
Pronti via e il Suzzara è subito in avanti sulla sinistra con Sene, diagonale respinto in angolo da Sturniolo. La partita si gioca su alti ritmi, però non ci sono grandi occasioni, il Carpi si fa vivo al 28' con Costanzo sulla sinistra, s'accentra, tiro-cross parato da Frongillo. Al 43' Bravo prova a ripetere la magia di sette giorni fa su punizione, questa volta però la traiettoria termina a lato della porta suzzarese.
Nella ripresa entra subito Bigoni per Morfù, è del Carpi la prima chance con Bravo che appoggia indietro per Teocoli, sinistro che si spegna oltre la traversa. Al 58' calcio di punizione di Ravizzola, spunta Sene, girata in acrobazia e palla in rete per il vantaggio del Suzzara. Entra Giovanardi per Bravol al 61'. Minuto 65: cross di Suprani, sul secondo palo va Marcatti di testa, respinge Frongillo, Marcatti da terra riesce a mettere in mezzo per Costanzo che riesce a mettere dentro il pareggio. Entra Pilia per Ndao al 77'. Al 78' Bigoni su punizione, fucilata di destro che rischia di sorprendere Frongillo che si rifugia in angolo. Al 81' palla sporca recuperata da Teocoli, assist per Bigoni che di testa mette dentro, ma gol annullato per fuorigioco. Al 86' assolo di Sagna entrato nella ripresa assist in mezzo, poi due rimpalli per poco non fanno la frittata nella porta piancorossa. Al 87' corner dlungo, ci arriva Di Maio, gran botta che scheggia la parte superiore della traversa. 

RETI: 58' Sene, 65' Costanzo
SUZZARA - Frongillo, Consoli, Napolano, Di Maio, Lampugnani, Latini, Sene, Paselli (52' Catalano), Scarpato, Ravizzola (61' Zugno), Gallicchio (71' Sagna). A disp. Zaninelli, Pasquali, Badalotti, Ricca. All. Giunta
CARPI - Sturniolo, Suprani, Lanera, Teocoli, Di Marco, Pazzi, Morfù (46' Bigoni), Bravo (61' Giovanardi), Costanzo, Ndao (76' Pilia), Marcatti. A disp. Savietto, Galeotti, Bazzi, Baia. All. Papone
ARBITRO - Rizzo di Barecellona, ass.ti Pedani e Broccolini di Empoli
NOTE - Ammonito Ravizzola, spettatori presenti 1000 circa.

fonte:.romagnasport.com


giovedì

RECUPERO, FIORENZUOLA-SUZZARA 3-2




Reti: Lambruti (F), Fermi (F), Scarpato (S), Franchi (F), Seme rig. (S).
Il Fiorenzuola batte il Suzzara, prossimo avversario del Carpi, e sorpassa in classifica il Crociati Noceto salendo al secondo posto.
Nuova sconfitta per l'undici bianconero: questo periodo sembra non avere fine!!! La difesa è parsa troppo fragile contro gli attaccanti del Fiore, pecche comunque già viste anche nei precedenti incontri: infatti alcuni errori del reparto arretrato hanno permesso ai piacentini di trovarsi in vantaggio di due a zero già al 20' del primo tempo. Partita quindi già  ampiamente compromessa.

Castellarano 42 
Fiorenzuola 41
Crociati N. 40 
Castel S.P. 37 
Salo' 34 
Albignasego 32 
Este 32 
Calenzano 32 
Santarcangelo 29 
Russi 29 
Mezzolara 27 
Suzzara 26 
Fer. Lonato 25 
Carpi 25 
Castellana 24 
V.Castelfr. 23 
Comacchio 15 
Verucchio 15
 

fonte:suzzaracalcio.it

martedì

L'ESTE SI SCOTTA Il fanalino Comacchio agguanta i giallorossi



ESTE. Il braccino del tennista. L’Este, negli ultimi tempi aggressivo come Rafa Nadal, non riesce a prendere a pallate l’avversario sulla carta più facile, il fanalino Comacchio Lidi. Chiuso in vantaggio il primo set grazie a un rigore di Sessolo, i giallorossi arretrano troppo nella ripresa e, complice una sbandata difensiva, beccano il rovescio improvviso di Sabatini a 8’ dalla fine. Un finale da incubo per Agostini&soci, che in zona Cesarini rischiano per ben due volte lo smash del 2-1 ferrarese. Alla fine della fiera il pari è giusto e non deve essere accolto come un brutto risultato dal pubblico estense, che nella ripresa ha borbottato il suo dissenso verso la prova sottotono dei propri eroi. Certo, nelle ultime 5 immacolate gare si era visto un altro Este, ma contro il Comacchio mister Feltrin ha dovuto fare i salti mortali per schierare la formazione. Con Zane a mezzo servizio e privo di tre uomini chiave (Pastrello, Cvetkovic, Favaro), il tecnico trevigiano ha proposto un undici sperimentale, rispolverando diversi giocatori con scarso minutaggio nelle gambe: Salvato in difesa, Bardellotto, Pozzi e Bedin a centrocampo. Nella ripresa, dunque, comprensibile il calo dei giallorossi, incapaci di ripartire con i loro tipici contropiede. Qui si è avvertita l’assenza del panzer Vuk, un maestro nel far salire la squadra. Sessolo si è sacrificato nel ruolo di prima punta, pur non avendone la stazza, e così le rare iniziative estensi le ha create Agostini. Este subito in avanti. Sfiorano il gol Bardellotto Sessolo e Agostini. I padroni di casa legittimano il predominio territoriale al 35’, portandosi meritatamente in vantaggio su calcio di rigore. Nasce tutto da un acuto sulla sinistra di Pozzi, che arriva sul fondo e mette un cross nel cuore dell’area per Bedin. Il mediano controlla ma, al momento di tirare, si vede soffiar palla da una mano malandrina di Zangarini. L’arbitro è a due passi dal fattaccio e indica il dischetto, tra le (scontate) proteste ferraresi. Dagli undici metri Sessolo sigla il suo quarto centro stagionale con un piattone alto alla sinistra di Calderoni, che intuisce ma non arriva alla sfera. Sull’1-0 però l’Este non ha la rabbia e soprattutto le gambe per chiudere la partita. Dopo l’intervallo, i giallorossi lasciano infatti il pallino del gioco al Comacchio, che non sarà il Brasile di Pelè ma non è neppure così scarso come voglia far credere la classifica. Le prime avvisaglie di pericolo arrivano da Codignola, su cui Poluzzi chiude due volte. L’Este difende bene ma non riesce a ripartire e così Feltrin inserisce Zane, reduce dalle fatiche del Torneo di Viareggio, per l’infortunato Salvato, con arretramento di Baggio sulla linea dei difensori. L’altro cambio al 32’, con l’esordio stagionale di Bianchi (bentornato) al posto di Bardellotto. La difesa estense regge bene i timidi attacchi avversari ma al 37’ succede il patatrac. Su un innocuo lancio lungo dalle retrovie, Aliberti non si intende con Baggio e buca l’intervento aereo, spianando la strada a Sabatini, che impatta con un preciso rasoterra. Il gol disorienta l’Este, che nel finale rischia addirittura la sconfitta. Al 43’ il pallonetto di Sabatini si spegne a lato di un niente. Ultimo brivido al 48’ con Sarnelli: straordinario però il salvataggio di Poluzzi, che con un colpo di reni toglie la sfera da sotto la traversa.
di Matteo Bruschetta
fonte:il mattino di Padova

lunedì

Giusto pareggio del Comacchio ad Este



CASTELLARANO-VIRTUS CASTELFRANCO 0-0 

Chezzi rallenta Testoni 

CASTELLARANO (4-4-2): Pazzini 6; Caselli 6 Masci 6,5 Ramundo 6 Masciarelli 

6; Ferretti 5,5 Orlandini 6 (22' st Ricci 6) Fraccaro 5,5 Mora 5,5; Lu 

ciani 5,5 Pin 5,5 (15' st Baldazzi 5,5). A disp.: Ricchi, Serra, Rinaldi, 

Casolari, Foschini. All.: Testoni.
VIRTUS CASTELFRANCO (4-4-2): Petruzzelli 6; Delnevo 6 Mayer 6,5 Tammaro 6,5 

Buldrini 6,5 (22' st Rocca 4); Mantovani 6 Busatti 5,5 Rosi 5,5 (22' st 

Ovsyannikov 6) Di Gaudio 6,5; Visciglia 5 Pasino 6 (28' pt Pecorari 7). A 

disp.: Mikhael, Cannone, Venturi, Daniane. All.: Chezzi.
ARBITRO: Fogliano di Perugia.
NOTE: Espulso al 39' st Rocca per doppia ammonizione. Ammoniti Fraccaro, 

Roca, Pin. Angoli: 8-6 per il Castellarano. 
CASTELLARANO (atc) - Pa reggio tra Castellarano e Virtus Castelfranco. 

Primo tem po equilibrato con il gioco che staziona prevalentemente a 

centrocampo e con i due portieri inoperosi. Nella ri presa il Castellarano 

cerca con più convinzione la via del gol: ci provano Fraccaro (12') e 

Luciani (23'), per il Castelfranco risponde Di Gaudio (27') ma Pazzini è 

attento. 

 
Verucchio-Suzzara 1-1 

VERUCCHIO (3-4-3): Pozzi 7; Morara 5,5 Drudi 6,5 Arrigoni 6; Baldinini 6 

Narducci 6 Casadei 5,5 (10' st Semprini 6,5) Ballarini 6; Braccini 6 (31' 

st Bartolini sv) Damato 5 Cavalli 6 (20' st Ridolfi 6). A disp.: Placuzzi, 

Della Valle, Ceccarelli, Gori. All.: Rossi.
SUZZARA (4-3-3): Frongillo 6; Ricca 6 Lampugnani 6,5 Latini 6,5 Napolano 

6; Paselli 6,5 Scarpato 7 Zanola 6 (17' st Ravizzola 6); Sagna 7 Spanu 6,5 

Sene 7 (10' st Gallicchio 6). A disp.: Caleffi, Pasquali, Consoli, Vene 

rini, Zugno. All.: Giunta.
ARBITRO: Princig di Trieste.
MARCATORI: 2' pt Spanu (S), 26' pt Drudi (V).
NOTE: Ammoniti Zanola, Latini, Drudi e Narducci. 
VILLA VERUCCHIO ( infopress) - La vittoria resta una chimera per il 

Suzzara: l'ultima risale al 30 novembre (3-2 in casa della Castellana). 

Basta un pizzico di grinta e fortuna al Verucchio per spuntarla in uno 

scontro diretto per la salvezza. Un match che i mantovani potevano far 

proprio, passati in vantaggio al 2' con il tapin di Spanu dopo la respinta 

di Pozzi sul colpo di testa di Lampugnani. Onore al Verucchio che ha 

saputo scrollarsi di dosso la paura e trovare l'1-1 con Drudi, bravo a 

centrare l'angolino.

 
CARPI-CASTEL SAN PIETRO 1-2 

Guizzo di Carrioli al 94’ 

CARPI (4-4-2) Savietto 7; Di Marco 6 Lanera 6 Bazzi 5,5 (1' st Teocoli 6) 

Pazzi 5; Priolo 5,5 Morfù 6 Bravo 6,5 Chiurato 4; Bigoni 5,5 (28' st Ndao 

6) Costanzo 5,5 (23' st Marcatti 5,5). A disp.: Sturniolo, Galeotti, 

Suprani, Giovanardi. All.: Maresi.
CASTEL SAN PIETRO (4-2-3-1): Renna 6,5; Sartoni 6 Tosi 6 Zotti 7 Adani 6,5; 

Poggi 6,5 Caprioni 6,5 (31' st Carroli 7); Di Giulio 7 Tosi 6,5 (13' st 

Buscarini 6) Nicoletti 6,5; Semprini 6,5 (33' st De Brasi 6).
A disp.: Saputo, Castellari, Catania Zucchini. All.: Lepore.
ARBITRO: Belardi di San Giovanni Valdarno.
MARCATORI: 18' pt Zotti (CSP); 43' st Bravo (CAR), 49' st Carroli (CSP).
NOTE: spettatori 400 circa. Espulso Chiurato (CAR) al 41' pt, Priolo (CAR) 

al 40' st per frasi irriguardose e Mare si (CAR) per proteste. Ammoniti Bra 

vo, Costanzo, Poggi e Semprini. 
CARPI - E' finita con una vittoria del Castel San Pietro arrivata proprio 

all'ultimo dei quattro minuti di recupero, dopo che il Carpi in 9 e senza 

l'allenatore anch'esso espulso nei minuti finali, aveva riacciuffato il 

pareggio su splendida punizione di Bravo al 43' del secondo tempo. Quando 

sembrava che un insperato 1-1 fosse il risultato finale, ci ha pensato Car 

roli ad infilare con un destro dal limite dell'area l'incolpevole 

Savietto. Partita sempre nelle mani del Castel San Pietro apparso 

collettivo di prim'ordine e meritevole della posizione di classifica.
Castel San Pietro impostato alla perfezione da Lepore con Zotti e Di 

Giulio coppia di interdizione a protezione dell'attenta difesa a quattro. 

E' proprio Zotti al 18' a segnare con un tocco ravvicinato su palla 

proveniente da calcio di punzione di Semprini, dopo che Savietto in aper 

tura era stato costretto a deviare sulla traversa una con clusione di 

Carpioni.
Il Carpi non ha mai tirato in porta fino al 43' della ripresa quando Bravo 

dal limite sfruttava alla perfezione una punizione per fallo su Ndao, 

investandosi una parabola imparabile per Renna. Poteva starci addirittura 

il vantaggio quando Ndao al 46' scartava anche il portiere ma non riusciva 

poi a concludere. Al 49' il gol-vittoria: Pazzi invece di rinviare con 

forza serviva la palla sui piedi di Buscarini, assist per Carroli che dal 

limite scoccava un destro imparabile. 
Carlo Alberto Razzoli/atc


 
FIORENZUOLA-ALBIGNASEGO 2-2 

Zanini gela Perazzi & c. 

FIORENZUOLA (4-4-2): Barbato 5,5; Orsi 6 Piva 6,5 Delledonne 6 Ogliari 7 

(36' st Vojkic sv); Melotti 7 Orrù 6 Armani 6,5 (20' st Fermi sv) Valla 

6,5; Zane 5,5 (1' st Marnini 6) Franchi 7. A disp.: Bottazzi, Rosi, 

Bertoncini, Lambrughi. All.: Perazzi.
ALBIGNASEGO ( 4- 4- 2): Radio 5,5; Niero 6,5 Stocco 7,5 Severi 5,5 Fabris 

5,5; Scalzo 7,5 Smanio 6 Maritan 6,5 Beccaro 5; Ligori 5,5 Zanini 7 (25' 

st Correzzola 6). A disp.: Marchioro, Massagrande, Rossi, Lonardi, Tinaz 

zi, Fanton. All.: Capuzzo.
ARBITRO: Lembo di Messina.
MARCATORI: 7' pt Piva (F), 26' pt Scalzo ( A), 32' pt Valla ( F), 37' pt 

Zanini (A).
NOTE: spettatori 400 circa, giornata fredda, terreno di gioco in discrete 

condizioni. Ammoniti Melotti, Zane, Zanini e Smanio per gioco scorretto. 

Angoli 10 3 per l'Albignasego. Recupero pt 1'; st 3'. 
FIORENZUOLA D'ARDA 
(infopress) - Continuità: la qualità d'oro che il Fiorenzuola ha esibito 

nel girone d'andata, ma che improvvisamente ha smarrito. Nelle ultime sette 

partite l'ex capolista ha vinto solo due volte, eppure è sempre lì, a due 

punti dalla vetta con una gara da recuperare. Per due volte la squadra di 

Perazzi va in vantaggio, per due volte viene raggiunta da un Albignasego 

mai domo, che ha sfiorato pure il colpaccio con due matchball clamorosa 

mente ciccati da Beccaro e Ligori nel secondo tempo.
Sembra mettersi tutto bene per il Fiorenzuola che al 7' è già in vantaggio 

con Piva su azione d'angolo. I padovani reagiscono subito: Scalzo spadro 

neggia sulla destra e al 26' segna con un rasoterra riportando il 

risultato in equilibrio. Solo un'illusione perché in sei minuti il 

Fiorenzuola è di nuovo avanti con un pallonetto di Valla.
L'Albignasego non ci sta e recupera ancora con Zanini su cross di Scalzo. 

Domina l'equilibrio nella ripresa, con buone occasioni su entrambi i 

fronti ( Armani e Ligori su tut te). Il Fiorenzuola deve accontentarsi di 

un pareggio che alla fine dei conti fa più felice l'Albignasego.


 
SALO'-CROCIATI NOCETO 2-0 

Apre Quarenghi su rigore e poi raddoppia Rossi 

SALO' (4-4-2): Romano 6; Sberna 6,5 Ferretti 7 Leonarduzzi 6,5 Longhi 6; 

Quarenghi 7 Sella 7 Guardigli 6,5 Ndzinga 6,5 (43' st Ruopolo sv); Rossi 7 

(25' st Paghera 6) Scioli (43' st Colosio sv). A disp.: Gargallo, Picardi, 

Zanardo, Dosso. All.: Zanoncelli.
CROCIATI NOCETO (4-4-2): Indolfi Raia 6,5; Bersanelli 5,5 Paoletti 5,5 

Coppola 6 Addona 5 (39' st Guare schi sv); Magnani 5 (16' st Sackey 5,5) 

Castagnetti 5,5 Donzella 5,5 Fi sicaro 6 (28' st De Angelis sv); Pietra 

nera 5,5 La Cagnina 6,5. A disp.: Chittolini, Tagliavini, Peri, Degli 

Angeli. All.: Torresani.
ARBITRO: Saia di Palermo.
MARCATORI: 6' pt Quarenghi rig.; 21' st Rossi.
NOTE: Ammoniti Indolfi Raia, Addona, Bersanelli, Quarenghi, Ndzinga, Pa 
ghera.
Angoli 1-1. 
SALO' (infopress) - Una prova di forza e un avviso ai naviganti verso i 

playoff: il Salò è tornato. La vittoria con i Crociati, incappati nel 

secondo ko in tre gare, ne è una testimonianza inequivocabile.


 
RUSSI-FERALPI LONATO 2-0 

Traini e Rossi fanno felice Paciotti 

RUSSI (4-4-2): Marzi 6,5; Calviello 6 Selleri 6,5 Mosconi 6 Antoniacci 5,5; 

Gallina 5,5 Asturi 5,5 Rinaldini 6,5 Traini 6; Marini 4,5 (27' st Pasini 

sv) Pacini 6,5 (27' st Rossi 6,5). A disp.: Gardini, Pezzi, Casadei, 

Savelli, Ma ruccia.
All.: Paciotti. LONATO (4-4-2): Frigerio 6; Racca gni 6 (32' st Bosco sv) 

Colicchio 6 (24' pt Salotti 5,5) Da Riz 6 Garegna ni 5; Cherubini 6 Franchi 

6,5 Pellegri ni 5,5 Lorenzi 6; Graziani 6,5 Alji 5 (1' st Zanola 6). A 

disp.: Dutto, Viscardi, Tomasoni, Pane. All.: Bonvicini.
ARBITRO: Iacobone di Nichelino.
MARCATORI: 22' st Traini, 43' st Rossi.
NOTE: Ammoniti Traini, Valotti e Pel legrini.
RUSSI (atc) - Tutto facile per il Russi che liquida il Lonato con un secco 

2-0 grazie alle reti di Traini e Rossi. Per l'undici di Bonvicini si tratta 

della terza sconfitta consecutiva: adesso i bresciani si trovano 

pericolosamente invischiati nella zona play out.


 
Calenzano-Santarcangelo 1-1 

CALENZANO (4-4-2): Simoncini 6,5; Lupetti 5 Modesti 6,5 Mariani 6 Tamberi 

5,5; Tarli M. 6,5 Borelli 6 (45' st Breccia sv, 47' st Musotti sv) Sarperi 

6,5 Taddeucci 6; Landolina 6 Cardillo 6,5. A disp.: Signorini, Di Lisio, 

Mancosu, Bertini, Perna. All.: Maneschi.
SANTARCANGELO (4-4-2): Nardi 6,5; Succi 6,5 Ancelini 5,5 (1' st Marini 6) 

Vitali 6 (40' st Siuni sv) Bucchi 6,5; Genestreti 6,5 Pignataro 6,5 Obeng 

6,5 Valle 6,5; Della Rocca 6,5 Monaldini 6 (20' st Bezzi 5,5). A disp.: 

Monaldini, Zattini, Zaghini, Balducci. All.: Marin.
ARBITRO: Ghiroldi di Lovere.
MARCATORI: 18' pt Tamberi (C) aut., 40' Cardillo (C).
NOTE: espulso al 43' st per somma di ammonizioni Lupetti (C). Ammoniti 

Lupetti, Breccia, Vitali, Marini, Bezzi. 
CALENZANO (atc) - Succede tutto nel primo tempo. Al 18' Tamberi, nel 

tentativo di rinviare una palla vagante in area, infila il suo portiere Si 

moncini consegnando al Santarcangelo il gol del vantaggio. Al 40' Cardillo 

riporta il risultato in parità con un tocco preciso che batte l'in 

colpevole Nardi. 
 

Mezzolara-Castellana 1-0 

MEZZOLARA (4-4-2): Bovo 8; Amadori 6,5 Comastri 6 Ravaglia 6,5 Pal 

trinieri 6; Cicerchia 7 Canova 7 Pappalardo 5,5 Morelli 7 (41' st Filieri 

sv); Capretta 5,5 (26' st Bardelli 6,5) Ciarlantini 5 (17' st Barone 6). A 

disp.: Sanese, Brandolini, Cini, Ceresi. All.: Brunelli.
CASTELLANA (4-4-1-1): Portesi 6,5; Burlotti 6 Casapulla 6 Florindo 5,5 

Cavicchioli 6; Gallo 6 Pedrocca 6 (35' st Tommasoni sv) Piovanelli sv (22' 

pt Morbini 6) Carlet 6,5; Ber si 6; Bilardo 6,5. A disp.: Scandiuzzi, 

Beschi, Guarneri, Boakye, Prandelli.
All.: Franzoni.
ARBITRO: Alassio di Imperia. MARCATORE: 10' st Morelli.
NOTE: Ammoniti: Paltrinieri (M), Flo rindo, Casalpulla (C). Angoli: 4-2 per 

il Mezzolara.

BUDRIO - Esce il segno 'uno', ma il campo ha confermato che Mezzolara-Ca 

stellana era una gara da tripla. Partita apertissima, in certa, 

caratterizzata da fasi alterne. Inizialmente sembrava poter premiare una 

Castellana convincente nei primi 45'. Poi ha visto il ritorno del 

Mezzolara, che alla fine l'ha spuntata grazie a uno stop-diagonale di Mo 

relli. I bolognesi si sono così aggiudicati lo scontro diretto per la 

salvezza, allontanandosi dai playout che, invece, risucchiano la Ca 

stellana. 

 
Este-Comacchio 1-1 

ESTE (4-4-2): Poluzzi 6,5; Moroni 6 Milanese 6 Aliberti 6 Salvato 6 (20' st 

Zane 6); Baggio 6 Bedin 6,5 Bardellotto 6 (30' st Bianchi 6) Pozzi 6; Ago 

stini 6,5 Sessolo 6. A disp.: Bertazzo, Doplicher, Favaro, Pastrello, Cru 

sco.
All.: Feltrin. 
COMACCHIO (4-4-2): Calderoni 6; Gianella 6 Sassi 6 Seye 6,5 

Sapienza 6; Barbi 5,5 Zangarini 6 (1' st Donati 6) Casoni 6 (17' st 

D'aniello 6) Sabatini 6,5; Codignola 6 (17' st Marandella 6) Sarnelli 6. A 

disp.: Finucci, Piccoli, Simoni, Lo Nigro. All.: Ferroni.
ARBITRO: D'Apice di Castellammare di Stabia.
MARCATORI: 36' pt Sessolo (E) rig.; 37' st Sabatini (C).
NOTE: Ammoniti Agostini, Pozzi, Gianella, Barbi. Angoli 5-4 per l'Este. 
ESTE (atc) - Pareggio giusto tra Este e Comacchio al termine di una gara 

equilibrata e con poche occasioni da rete. I padroni di casa passano in 

vantaggio al 36' quando Sessolo trasforma il calcio di rigore decretato dal 

direttore di gara per l'atterramento dello stesso attaccante locale in piena 

area. Il Comacchio trova il pareggio (37') con Sabatini che fulmina 

l'estremo difensore Poluzzi per l'1-1 finale.

fonte:corrieredellosport.it

Calcio, Lega Pro 1A: I risultati e i tabellini della 22esima giornata


Lecco-Cesena    0-1

Legnano-Novara    2-0

Monza-Venezia    2-1
Padova-Verona    0-1
Pergocrema-Pro Patria    lunedì ore 20.45
Portogruaro-Cremonese    1-0
Ravenna-Lumezzane    2-0
Reggiana-Pro Sesto    2-1
Sambenedettese-Spal 1907    0-0

La classifica: Cesena e Reggiana 40; Pro Patria 38; Spal 1907 34; Novara 32; Ravenna 31; Verona e Padova 30; Cremonese 29; Lumezzane 28; Pro Sesto 27; Pergocrema, Portogruaro e Monza 26; Lecco 23; Legnano 22; Sambenedettese 20; Venezia**** 16.

I tabellini:

Lecco-Cesena 0-1
LECCO Zappino, D'Ambrosio, Villagatti, Mateo David, Guglieri, Chomakov, Carlini (Bernini 16' s.t.), Corti, Antonioni, Gherardi (Romanelli 41' s.t.), Alteri (Montalto 7' s.t.). A disposizione: Andreoletti, Ferretti, Buda, Sangiovanni. All.: Pellegrino.
CESENA Ravaglia, Ceccarelli, Biasi, Lauro, Biserni, Segarelli (Zebi 32' s.t.), De Feudis, Piangerelli, Motta (Djuric 9' s.t.), Ferretti (Giaccherini 1' s.t.), Veronese. A disposizione: Carnevali, Tonucci, Rossi, Molino. All.: Bisoli.
Marcatori: Giaccherini (C) al 38' s.t.
Note: Espulsi: Mateo David (L) al 36' s.t..

Legnano-Novara 2-0
LEGNANO Radaelli, Enow, Cilona, Rodriguez Gomez, Vignati, Marietti, Nizzetto, Morandi, Virdis (Zaninetti 44' s.t.), Lombardo (Comi 36' s.t.), Bosio. A disposizione: Ioime, Grassi, Colongione, Simone, Dell'Acqua. All.: Lombardo.
NOVARA Brichetto, Virga, Tombesi, Porcari (Sinigaglia 18' s.t.), Legati, Ludi, Matteassi (Evola 12' s.t.), Gallo, Rubino, Chiappara (Maggiolini 1' s.t.), Bertani. A disposizione: Tani, Lorenzini, Centurioni, Brizzi. All.: Notaristefano.
Arbitro: Vallesi di Ascoli Piceno
Marcatori: Virdis (L) al 39', Lombardo (L) al 44' p.t.
Note: Ammoniti: Vignati (L), Bosio (L), Matteassi (N), Chiappara (N), Maggiolini (N).

Monza-Venezia 2-1
MONZA Rossi Chauvenet, Taccucci, Bolzan, Menassi, Teani, Bacis (Puleo 8' s.t.), Iacopino, Mazzocco (Pizza 22' s.t.), Torri, Chianese (Capocchiano 32' s.t.), Rossi. A disposizione: Apuzzo, Quadri, Vicari, Samb. All.: Sonzogni.
VENEZIA Aprea, Anderson, Lanzana, Bertotto, Lebran, Mandorlini, Collauto, Bono (Cuoghi 39' p.t.), Laurito (Momente 30' s.t.), Ruffini (Drascek 24' s.t.), Ibekwe. A disposizione: Lotti, Rebecca, Semenzato, Gardella. All.: Cuoghi.
Arbitro: Merchiori di Ferrara
Marcatori: Rossi (M) al 11', Iacopino (M) al 27', Cuoghi (V) al 42' p.t.
Note: Ammoniti: Bacis (M), Chianese (M), Lanzana (V), Ruffini (V), Cuoghi (V).Espulsi: Lebran (V) al 43' s.t., Mandorlini (V) al 43' s.t..

Padova -Verona 0-1
PADOVA Cano, Carbone, Falsini (Di Venanzio 10' s.t.), Cotroneo (Petrassi 14' s.t.), Cesar, Jidayi, Rabito (Baù 7' s.t.), Bovo, Varricchio, Patrascu, Di Nardo. A disposizione: Facchin, Gentile, Pederzoli, Gasparello. All.: Tesser.
VERONA Rafael, Mancinelli, Pugliese, Bellavista, Ceccarelli, Bergamelli, Garzon, Parolo, Girardi, Campisi (Moracci 44' s.t.), Tiboni (Gomez 21' s.t.). A disposizione: Franzese, Conti, Vicentini, Vanderhoegth, Dianda. All.: Remondina.
Arbitro: Giacola di Vasto
Marcatori: Campisi (V) al 14' s.t.
Note: Ammoniti: Cotroneo (P), Jidayi (P), Bovo (P), Varricchio (P), Patrascu (P), Mancinelli (V), Bellavista (V).Espulsi: Di Venanzio (P) al 45' s.t., Girardi (V) al 43' s.t..

Portogruaro-Cremonese 1-0
PORTOGRUARO Rossi, D'Alterio, Gargiulo, Madaschi, Gotti, Cuffa, Mattieling, Espinal, Cunico, Abate (Kingsley 34' s.t.), Cesca (Carboni 26' s.t.). A disposizione: Marcato, Specchia, Cherubini, Cardin, Giardina. All.: Domenicali.
CREMONESE Paoloni, Argilli, Viali, Cremonesi, Vitofrancesco (Gori 33' s.t.), Saverino (Temelin 9' s.t.), Fietta, Colucci, Pradolin (Pesaresi 9' s.t.), Ferrarese, Coda. A disposizione: Bianchi A., Davini, Carotti, Tacchinardi. All.: Mondonico.
Marcatori: Abate (P) al 31' s.t.
Note: Ammoniti: Pradolin (C), Coda (C), Pesaresi (C), Mattieling (P), Espinal (P).

Ravenna-Lumezzane 2-0
RAVENNA Brignoli, Ferrario, Pivotto (Ciuffetelli 30' s.t.), Fasano, Sabato, Trotta, Roselli, Rossetti, Zecchin, Curiale (Gerbino Polo 39' s.t.), Zizzarri (Filippi 16' s.t.). A disposizione: Rossi, Rizzo, Calzi, Pettinari. All.: Atzori.
LUMEZZANE Gazzoli, Nicola, Piscane, Emerson, Pini, Calliari, Ciasca (Pesenti 16' s.t.), Pintori (Desideri 35' s.t.), Silvestri, Scaglia (D'Attoma 30' s.t.), Maniero. A disposizione: Zaina, Ghidini, Coletto, Loiacono. All.: Menichini.
Marcatori: Curiale (R) al 3' p.t.; Filippi (R) al 17' s.t.
Note: Ammoniti: Pintori (L), Zizzarri (R).Espulsi: Emerson (L) al 43' s.t..

Reggiana-Pro Sesto 2-1
REGGIANA Tomasig, Esposito (Mei 36' s.t.), Scantamburlo, Grieco, Zini, Stefani, Ponzo (Nardini 32' s.t.), Padoin, Dall'Acqua (Acosty 27' s.t.), Alessi, Arpini. A disposizione: Barraco, Bruno, Arati, Ingari. All.: Pane.
PRO SESTO Offredi, Campi (Mbaye 42' s.t.), Lambrughi, Bedin, Preite, Perfetti, Porro (Bottone 13' s.t.), Boisfer, Beretta, Bertolini, De Filippis (Tursi 15' s.t.). A disposizione: Ferrari, Caprini, Marinoni, Di Quinzio. All.: Sala.
Arbitro: Bergher di Rovigo
Marcatori: Alessi (R) al 14' p.t.; Dall'Acqua (R) al 10', Campi (P) su rig. al 29' s.t.
Note: Ammoniti: Padoin (R).

Sambenedettese-Spal 1907 0-0

SAMBENEDETTESE Marconato, Lanzoni, Sirignaro, Palladini, Caccavalle, Bonfanti, Visone (Magnani 20' s.t.), Ferrini (Olivieri 24' s.t.), Carozza, Caselli, Titone (Pietrabisi 11' p.t.). A disposizione: Dazzi, Moi, Marino, Califano. All.: D Adderio.
SPAL 1907 Capecchi, Quintavalla, Cortellini (Cabeccia 22' s.t.), Schiavon, Zamboni, Ghetti, Cazzamalli, Centi, Arma (La Grotteria 37' s.t.), Bracaletti, Agodirin (Cazzola 15' s.t.). A disposizione: Careri, Servidei, Castellazzi, Rivaldo. All.: Dolcetti.
Note: Ammoniti: Schiavon (Sp), Zamboni (Sp), Bracaletti (Sp), Ferrini (Sa), Olivieri (Sa).

Pergocrema-Pro Patria   lunedì ore 20.45

Itmsport

fonte:sportevai.it

Nuova Classifica e Prossimo Turno


Risultati e marcatori



Castellarano - Virtus Castelfranco 0-0

Calenzano - Santarcangelo 1-1
17’ Angelini (S), 37’ Cardillo (C).

Carpi - Castel S.Pietro 1-2
18’ Zotti (CSP), 82’ Bravo (CRP),
93’ Carroli (CSP).

Este - Comacchio Lidi 1-1
36’ rig. Sessolo (E), 82’ Sabatini (C)

Fiorenzuola - Albignasego 2-2
5’ Piva (F), 30’ Scalzo (A),
38’ Valla (F), 42’ Zanini (A).

Mezzolara - Castellana 1-0
53’ Morelli (M).

Russi - Feralpi Lonato 2-0
67’ Traini (R), 88’ Rossi (R).

Salò - Crociati Noceto 2-0
6’ rig. Quarenghi (S), 66’ Rossi (S).

Verucchio - Suzzara 1-1
1’ Spanu (S), 25’ Drudi (V).

Gianella al Comacchio Lidi

ruolo:difensore 

nato il:22/02/1978

a:Portomaggiore (RE)

altezza:175 cm

peso forma:68 Kg

società di appartenenza:Spal

COMACCHIO. Ufficializzato l’acquisto di Fabio Gianella da parte del Comacchio Lidi. L’ultimo arrivato dovrebbe garantire qualche soluzione in più al neo mister Ferroni, appena tornato sulla panchina dei lagunari. Si tratta di un ingaggio che era nell’aria da tempo.  Infatti lo stesso giocatore, che è originario di Goro, ormai da mesi si allenava coi rossoblù. Una carriera di tutto rispetto alle spalle che l’ha visto calcare i campi di serie C. Tanta esperienza nel proprio repertorio, ed un’età non certo da matusa. Il prossimo 22 febbraio, Gianella compirà 31 anni, entrando nel pieno della maturità calcistica, quando si dice che i giocatori diano il meglio di sé. Tatticamente, può essere impiegato sulla fascia, sia in fase difensiva che di attacco, ma non è detto che mister Ferroni non lo provi in altri ruoli.  «E’ un giocatore molto duttile - dice di lui il presidente Folegatti - che può essere impiegato anche al centro se gli venisse chiesto di farlo».  La dirigenza si dice molto soddisfatta dell’ingaggio di Gianella: «E’ un elemento di categoria superiore e porta con sé molta esperienza in dote - continua il massimo dirigente rossoblù -; poi, essendo di Goro, conosceva già diversi giocatori e l’ambiente e non ha avuto nessun problema di inserimento».  Per quanto riguarda la trattativa, non paiono esserci stati particolari impedimenti: «Ringrazio, al riguardo, Simoni, il nostro sponsor. Il giocatore si allenava già con noi e gli abbiamo chiesto la volontà di accasarsi e l’ha fatto di buon grado, senza avanzare particolari pretese».  Adesso non resta che vederlo in azione e non è escluso possa già fare il suo esordio domenica prossima alla ripresa del campionato: «Penso di sì, che giocherà, ma naturalmente, dipenderà dalle scelte del tecnico. Fisicamente è a posto e non vedo particolari impedimenti a riguardo. Di sicuro, è a disposizione come tutti gli altri».  Con quest’ultimo rinforzo, il Comacchio ha sicuramente un’arma in più per puntare alla sospirata salvezza. (c.m.)

fonte:la Nuova Ferrara

Zizzari, Zecchin e Curiali portano alla vittoria i romagnoli


Il tabellino della partita Spal 1907-Ravenna, vinta dai romagnoli in gol con Zizzari, Zecchin e Curiale.

Spal 1907-Ravenna 0-3

SPAL 1907 Capecchi, Cavezza, Cortellini, Savi, Zamboni, Lorenzi, Cazzamalli, Schiavon (Agodirin 37' s.t.), Arma (La Grotteria 1' p.t.), Bracaletti, Moro (Quintavalla 10' s.t.). A disposizione: Careri, Ghetti, Takacs, Rivaldo. 

All.: Dolcetti.

RAVENNA Brignoli, Ferrario, Sabato, Pivotto, Fasano, Sciaccaluga (Roselli 45' s.t.), Trotta, Rossetti, Curiale, Zecchin (Pettinari 38' s.t.), Zizzarri (Gerbino Polo 35' s.t.). A disposizione: Rossi, Ungaro G., Rizzo, Filippi. 

All.: Atzori.

RETI: Zizzarri (R) al 15', Zecchin (R) al 29' p.t.; Curiale (R) al 4' s.t.

fonte:sportevai.it

Pozzi: ''Chiedo scusa per la sconfitta. Ma non a tutti''

 

GianBortolo Pozzi (foto tratta dal sito www.spal1907.net)

GianBortolo Pozzi (foto tratta dal sito www.spal1907.net)

Notizia inserita il 8/2/2009

Il digì accusa chi, tra media e opinione pubblica, critica la squadra anziché fornire sostegno


di Leonardo Rosa


Bocche cucite in casa Spal dopo il noto caso-Centi. Il silenzio stampa è stato imposto ai giocatori, a maggior ragione dopo la pessima prestazione espressa contro il Ravenna. Si presentano ai microfoni quindi i soli dirigenti biancazzurri, a cominciare dall’amministratore delegato Stefano Bena, che commenta così la gara “È stata una giornata in cui tutto è andato storto. Abbiamo subito un gol a freddo, dopo soli 5 minuti e non siamo più riusciti a reagire”.


Per la Spal rimane il problema di fare punti al Mazza. Anziché migliorare la situazione si aggrava, dato che sono 2 i ko consecutivi tra le mura amiche. “Ci spiace molto per questo aspetto, soprattutto per i tifosi che in casa ci offrono sempre un grande sostegno, anche oggi, e noi non riusciamo a contraccambiare con prestazioni all’altezza. Indubbiamente è necessario migliorare l’approccio alle partite casalinghe. Fortunatamente – prosegue Bena – è un campionato dove non c’è una squadra che la fa da padrone, ma, al contrario, ci susseguono risultati spesso sorprendenti. Il Padova, per esempio, dopo una faraonica campagna di rafforzamento, oggi ha perso in casa della Pro Sesto”.


Inevitabile poi commentare la vicenda che ha coinvolto l’ex capitano biancazzurro. Pare che la squadra abbia ricevuto una sorta di contraccolpo psicologico negativo da questo spiacevole episodio.

“Durante questa settimana purtroppo si è parlato poco di calcio giocato – lamenta l’ad spallino – speriamo che ora ci sia maggiore concentrazione. Più in generale è importante che tutti, dalla dirigenza, alla squadra, ai mass media si pensasse a remare nella stessa direzione per il bene della squadra”.


Su quest’ultimo aspetto interviene anche il direttore generale Pozzi, in bilico tra il sarcasmo e l’invettiva. “Per la prestazione di oggi mi scuso con i giornalisti presenti e con tutti coloro che vogliono veramente bene alla Spal. Solo a loro. Mi fermo qua per non pronunciare spiacevoli verità”. Il digì si cuce la bocca e non va oltre a questa affermazione. Probabilmente non ha gradito alcune opinioni emerse dopo lo scoppio del caso Centi, così come pure può aver sottolineato come siano in tanti a mantenersi lontani dagli sforzi gestionali che sta facendo questa dirigenza, a cominciare dalle forze economiche della città.


Va anche detto che, malgrado un campionato sicuramente sorprendente rispetto alle attese della vigilia (escludendo gli ultimi risultati negativi ndr) fino a questo momento al Mazza non si è mai registrato un pubblico numericamente importante, specie se rapportato ai decenni scorsi.

Queste sono ovviamente delle ipotesi, ma paiono le più vicine alla realtà.


fonte:fonte